Il pessimismo tedesco dell'Ottocento : Schopenhauer, by Giuseppe Invernizzi

By Giuseppe Invernizzi

Show description

Read or Download Il pessimismo tedesco dell'Ottocento : Schopenhauer, Hartmann, Bahnsen e Mainländer e i loro avversari PDF

Similar italian books

Piccola enciclopedia delle curiositа scientifiche N.1 Il pianeta Terra

Allegato al Corriere della Sera in collaborazione con concentration (2005)Primo quantity di una serie di quattro. - Первая книга серии из 4-х: Планета Земля. Il nostro pianeta nasconde mille segreti sulla sua origine ed evoluzione: numerosi sono infatti i fenomeni naturali che ci sconvolgono e stupiscono, tante le curiositа che riguardano los angeles natura e gli animali.

Additional resources for Il pessimismo tedesco dell'Ottocento : Schopenhauer, Hartmann, Bahnsen e Mainländer e i loro avversari

Example text

Questa teoria schopenhaueriana, come si vedrà in seguito, pone molti problemi, in particolare non è chiaro in che senso si possa attribuire responsabilità ad un essere - sia esso la volontà o l'uomo - privo di coscienza. Quanto al rapporto fra l'individualità e la molteplicità degli uomini e l'unicità della volontà cfr. sotto. 20 Si veda in proposito la critica del sollen kantiano; E, pp. 120 ss. = pp. 118 ss. IL PESSIMISMO DI SCHOPENHAUER 35 sottintendono il riferimento ad una volontà; ad esempio una persona è considerata buona se è disponibile a soddisfare i desideri degli altri o a lenire i loro mali (W I, p.

Ciò è provato anche dal fatto che, considerando la dinamica del volere e in particolare il modo di operare delle forze naturali, si osserva che il raggiungimento di un fine particolare non fa cessare in alcun modo il volere: se anche tutta la materia fosse concentrata in un unico punto, la forza di gravita continue­ rebbe a cercare di esplicarsi, anche di fronte al raggiungimento di quello che potrebbe essere pensato come il suo fine ultimo (W I, p. 195 = p. 232). Schopenhauer ritiene così di poter concludere che «la mancanza d'ogni finalità e d'ogni confine s'appartiene all'essenza della volontà in sé, che è una tendenza infinita » (W I, p.

260 = p. 321. In condizioni ancora peggiori si trovano gli schiavi, privati istituzionalmente del possesso della propria persona, cfr. PP II, p. 106 = p. 132. IL PESSIMISMO DI SCHOPENHAUER 27 te » (W I, p. 182 = p. 218). Il mondo è un « arena di esseri angustiati e tormentati i quali esistono solo divorandosi l'un l'altro, dove quindi ogni animale carnivoro è il sepolcro vivente di mille altri, e la sua propria con­ servazione è una catena di morti crudeli » (W II, p. 666 = p. 708). Prospettive migliori circa il raggiungimento della felicità si aprono a quei pochi che, in condizioni di soddisfare senza difficoltà i bisogni primari, possono dedicarsi all'attività intellettuale, preclusa per le ragioni che si son viste alla maggior parte degli uomini (W I, p.

Download PDF sample

Rated 4.15 of 5 – based on 44 votes