Breve storia della filosofia by Augusto Guzzo

By Augusto Guzzo

Show description

Read Online or Download Breve storia della filosofia PDF

Best italian books

Piccola enciclopedia delle curiositа scientifiche N.1 Il pianeta Terra

Allegato al Corriere della Sera in collaborazione con concentration (2005)Primo quantity di una serie di quattro. - Первая книга серии из 4-х: Планета Земля. Il nostro pianeta nasconde mille segreti sulla sua origine ed evoluzione: numerosi sono infatti i fenomeni naturali che ci sconvolgono e stupiscono, tante le curiositа che riguardano l. a. natura e gli animali.

Additional info for Breve storia della filosofia

Sample text

Per raggiungere un obiettivo nello studio o nel gioco, occorre essere in grado di ricordare lo scopo (retrospezione) di definire ciò che serve per raggiungere quell’obiettivo (previsione), di tenere a freno le emozioni e di motivarsi. Durante lo sviluppo, la maggior parte dei bambini matura la capacità ad impegnarsi in attività mentali che li aiutano a non distrarsi, a ricordare gli obiettivi e a compiere i passi necessari per raggiungerli (Barkley 1997). LA TESTA ALTROVE IPRASE del Trentino Le “funzioni esecutive” possono essere considerate come funzioni cognitive che servono a mantenere la capacità di risolvere i problemi, allo scopo di raggiungere un obiettivo; comprendono la capacità di inibizione di risposte in atto o automatiche, la flessiblità di modificare le proprie azioni a seconda del contesto (set-shifting), la fluenza cognitiva o capacità di generare nuove idee e concetti, la capacità di pianificazione e la capacità di mantenere le informazioni al fine di manipolarle per generare nuove soluzioni memoria di lavoro (memoria di lavoro; Shallice et al, 2002; Pennington e Ozonoff, 1996; Sergeant, 2005).

Vi porto il suo saluto, lui è molto dispiaciuto oggi di non essere presente. Diciamo che con il corpo è altrove, ma con la testa è tra di noi. Poi, sempre all’interno del comitato scientifico, ricordo la dottoressa Paola Venuti, professore associato della Facoltà di Scienze cognitive di Rovereto, che curerà l’elaborazione dei dati dell’indagine epidemiologica e l’interpretazione degli stessi. 31 32 IL CONVEGNO Introduzione al Convegno Abbiamo sottoposto l’iniziativa al Comitato etico per le sperimentazioni cliniche dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, che ha autorizzato questo intervento e poi abbiamo cominciato a lavorare.

Al contrario, un ragazzino con ADHD grave, che sta in genere attento per non più del 10% del tempo, anche con il migliore insegnante, starà attento il 20% del tempo. Da questo semplice esempio è facile dedurre come, per stare attenti, apprendere e rispondere in maniera adeguata agli stimoli ambientali, oltre alla capacità di inibire le risposte automatiche e di attivare le diverse funzioni esecutive, occorre considerare altri fattori, quali la percezione del tempo, le modalità di presentazione delle informazioni, la modalità di motivazione/gratificazione.

Download PDF sample

Rated 4.06 of 5 – based on 19 votes